Questo servizio non costituisce un’alternativa al sostegno psicologico tradizionale, perché ritengo insostituibile la terapia in presenza. Sono fermamente convinta che le emozioni e le informazioni che trasmettiamo con il volto e con la viva voce non potranno mai essere sostituite da un microfono o da una telecamera.

È innegabile, però, che al mondo d’oggi si abbia la necessità di allontanarsi per periodi prolungati, vuoi per lavoro, vuoi per vacanza, dal luogo in cui viviamo per la maggior parte dell’anno. Ciò non deve vanificare il percorso di recupero della serenità psicologica che il paziente, con coraggio, ha deciso di intraprendere.

La tecnologia può allora costituire un valido supporto per proseguire il piano terapeutico. I miei pazienti, se necessario, verranno seguiti telefonicamente o via skype, con sessioni di colloqui della durata di una terapia in presenza.